REYN ITALIA

Home » 2018 » marzo

Monthly Archives: marzo 2018

Annunci

Il Global Teacher Prize e le insegnanti di frontiera

Global Teacher Prize.
Quando, anni fa, Andria Zafirakou ha varcato la soglia della Alperton Community College non immaginava che un giorno il suo lavoro l’avrebbe portata a Dubai, per la premiazione del prestigioso Global Teacher Prize 2018.

Il Global Teacher Prize, il nobel degli insegnanti, è promosso dalla Varkey Foundation e ha l’obiettivo di ricordare al mondo l’importanza di non lasciare nessun studente indietro, di contrastare la povertà educativa, di rendere l’istruzione effettivamente inclusiva.
Il premio consiste in un milione di dollari da spendere in progetti scolastici e ben 50 erano i docenti a contendersi il Global Teacher Prize, scelti tra più di 40.000 candidati di 173 paesi.

Andria Zafirakou, londinese dal cuore greco, insegna nel quartiere di Brent, nell’estrema periferia di Londra, in una delle scuole più complesse del paese: l’istituto è un mosaico di etnie e lingue, un bacino di reclutamento per le bande criminali della zona, ed è frequentato da ragazzi socialmente svantaggiati.

Per questo motivo, il lavoro di Andria non si esaurisce in classe.
Oltre ad insegnare arte e arti tessili, la vincitrice del Global Teacher Prize accompagna personalmente i suoi allievi alla fermata del bus, munita di walkie-talkie e in raccordo con la polizia locale, per evitare che vengano presi di mira dalle gang del post e per segnalare alle autorità eventuali reclutatori.

Tra i candidati al Global Teacher Prize c’era anche una docente italiana: la Professoressa Lorella Carimali, insegnante di matematica, 55 anni, milanese. Secondo la prof., il futuro si costruisce assieme, non da soli: l’ha imparato da piccola, quando con la sua famiglia abitava nelle case di ringhiera del quartiere Stadera, dividendo il bagno sul ballatoio con altre famiglie.

«Quando dividi qualcosa di così intimo come il bagno con qualcuno, l’estraneo non è più una persona di cui aver paura ma un amico, una risorsa. E è questo il mio atteggiamento verso il mondo».

Lorella Carminali, ha rinunciato ad offerte di lavoro nel privato per scegliere la scuola pubblica e mettere la sua passione al servizio della comunità.
Oggi guadagna molto meno di quanto avrebbe potuto, ma la gratitudine degli studenti e la percezione di generare un cambiamento a partire dalle sue lezioni, valgono più di ogni altra cosa.

Annunci

Confini al Centro: Convention sulla povertà urbana dal 11 al 13 maggio

confini al centro
Associazione 21 luglio, in partenariato con l’Università “Tor Vergata” di Roma e la Rete Reyn Italia, promuove una Convention di 3 giorni per confrontarsi e raccogliere contributi attivi sul tema della povertà urbana. Un importante momento di incontro e confronto anche per i membri della Rete Reyn con esperti provenienti da tutta Italia.

La Convention si terrà a Roma dal 11 al 13 maggio 2018 presso l’Auditorium “Ennio Morricone” Università di Roma “Tor Vergata”

L’Italia del post elezioni si presenta come un Paese fragile, segnato dalla diseguaglianza, dove la povertà è la caratteristica endemica delle città che incide più sulle bambine e i bambini che su ogni altra classe di età. Ci troviamo di fronte ad una “urbanizzazione della povertà” dove la segregazione sociale si declina in diverse forme: quartieri per ceti benestanti; spazi periferici popolati da gruppi a minore reddito; aree omogenee per lingua e religione; “campi nomadi”; “baraccopoli” che accolgono gli immigrati, iper-ghetti popolati da lavoratori stagionali, centri di accoglienza per richiedenti asilo. Ogni anno importanti quote della popolazione finiscono per intraprendere traiettorie di impoverimento.

Obiettivo della Convention “CONFINI AL CENTRO” è quello di analizzare le cause e gli effetti delle diverse forme di povertà urbana presente nei CONFINI delle nostre città al fine di promuovere linee di orientamento in grado di offrire soluzioni realmente efficaci che pongano al CENTRO l’individuo, i diritti umani fondamentali e la lotta ad ogni forma disuguaglianza e discriminazione.

Attenzione particolare verrà data all’educazione e all’infanzia alle quali sono dedicati due gruppi di lavoro specifici relativi all’educare in periferia e alla lotta della povertà educativa.

La Convention è a numero chiuso e l’iscrizione è obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per le iscrizioni clicca qui.

Per ulteriori informazioni: confinialcentro.com