REYN ITALIA

Home » 2017 » aprile

Monthly Archives: aprile 2017

Annunci

Una campagna contro la povertà educativa in Italia

Condividiamo la petizione di Save the Children partita assieme alla campagna “Illuminiamo il futuro”, cui anche Associazione 21 luglio ha aderito organizzando un incontro speciale all’interno dei laboratori Amarò Foro grazie all’esibizione della Compagnia Garofoli/Nexus nello Spettacolo “Looking 4 Pinocchio”.

Sabato 1 aprile è partita la campagna “Illuminiamo il Futuro” insieme alla petizione per chiedere che ogni bambino e bambina in Italia possa far decollare i propri sogni.

Oltre un milione di bambini in Italia vive in povertà assoluta e il loro futuro potrebbe non decollare mai.
Solo il 13% dei bambini tra 0 e 2 anni ha accesso al nido o a servizi integrativi pubblici, mentre il 48% degli alunni continua a non poter usufruire della mensa scolastica.

Facciamo appello al Primo Ministro Gentiloni e ai Presidenti di Camera e Senato affinché prendano un impegno concreto per sbloccare, prima della scadenza della legislatura, alcuni provvedimenti fondamentali per aiutare tante famiglie in Italia.

Chiediamo che gli asili nido diventino un diritto per tutti e equità nell’accesso alla mensa scolastica.

Chiediamo che sia attuato immediatamente il piano di contrasto alla povertà per garantire a ogni bambino in povertà un effettivo sostegno educativo e sociale.

La tua firma ci aiuterà a fare la differenza.

FIRMA LA PETIZIONE DI SAVE THE CHILDREN  

Annunci

Torna LabRom: il 19 maggio la prima tappa a Sesto Fiorentino

Dopo la ricca esperienza nel 2016, LabRom (Laboratori di confronto e discussione sul tema rom e sinti in Italia) torna quest’anno con nuovi appuntamenti!

Anche in questa seconda edizione daremo vita a uno spazio aperto di relazione in cui conoscerci, incontrarci, confrontarci e condividere idee sulla cosiddetta “questione rom”.
Durante gli incontri ogni partecipante sarà chiamato a condividere esperienze, spunti e idee per conoscere e diffondere buone pratiche oltre che analizzare criticità e problematiche.

L’invito a partecipare è esteso a tutti gli interessati, rom e non rom nella veste di attivisti, organizzazioni, ricercatori, professionisti, operatori pastorali, operatori sociali e insegnanti.
Nel 2017 LabRom sbarcherà a Sesto Fiorentino, Napoli e Cosenza.

La prima tappa è prevista per il 19-20 maggio a Sesto Fiorentino, presso la Parrocchia S. Martino in Piazza della Chiesa, 83. L’incontro sarà focalizzato sul tema dell’educazione e della prima infanzia:

Il bambino rom: dalla “pedagogia zingara” a pratiche educative innovative

IMPORTANTE! Per partecipare è necessario iscriversi, inviando una mail a labrom@21luglio.org cui seguiranno informazioni per una partecipazione attiva e dettagli logistici sull’evento.

SCARICA LA LOCANDINA

L’incontro è un’iniziativa di Reyn Italia, Associazione 21 luglio, Associazione Articolo 34, Migrantes Diocesi di Frenze, Gruppo Mosaico al Margine e Movimento Cooperazione Educativa.

La Strategia di REYN International

Strategia di Reyn International

In foto, la Strategia di REYN in breve

In occasione della Giornata Internazionale dei rom e sinti , il natwork REYN ha lanciato la strategia 2017-2020, che traccerà le linee guida per le attività nazionali di 10 paesi – Belgio, Croazia, Ungheria. Irlanda, Italia, Kosovo; Serbia, Slovacchia, Slovenia e Ucraina.

Cinque anni fa REYN ha iniziato a promuovere le opportunità di sviluppo professionale di quanti lavorano lavorano nell’ambito della prima infanzia rom. Proprio nello stesso anno l’Unione Europea aveva lanciato l’agenda 2020 insieme alle strategie per l’inclusione nazionale dei rom.

Cinque anni dopo c’è ancora molto da fare. Nell’UE, l’80% dei rom è a rischio povertà e un rom su tre vive in una casa senza acqua corrente. La segregazione scolastica nelle classi per soli rom è ancora presente in alcuni paesi nonostante l’impegno preso dagli Stati membri di eliminare il numero di corsi destinati solo a bambini rom.

I bambini che hanno la possibilità di crescere bene possono andare molto lontano. Crediamo fermamente che sostenere l’inclusione dei bambini attraverso l’educazione e la cura della salute possa permettere di superare molti dei problemi che attualmente affliggono una parte della comunità rom, dalla discriminazione alle difficoltà nell’accesso al mercato del lavoro, ai servizi sanitari e alla casa.
Oggi rinnoviamo il nostro impegno a sostenere l’incremento dell’accesso all’educazione e alla salute . Crediamo che l’Europa abbia bisogno di abbracciare le differenze anche attraverso il lavoro nella prima infanzia. Nella nostra visione c’è una società che dà a tutti uguali opportunità e dove tutti i bambini hanno uguali diritti di accedere all’educazione e alla salute fin dalla nascita.

LEGGI LA STRATEGIA COMPLETA

Questo articolo è una libera traduzione tratta dal Blog di REYN International